Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

A partire dalla versione 3.3 di Joomla, il team di sviluppo ha implementato stabilmente i cosiddetti Microdati o Rich Snippets che fanno parte del markup HTML5; a riguardo ancora ci sono idee parecchio confuse e molti utenti mi hanno chiesto chiarimenti anche perchè, nella versione Joomla appena citata, non si capisce come attivarli visto che non c'è traccia all'interno delle rispettive aree destinate alla gestione delle estensioni.

Iniziamo subito a chiarire quest'ultimo punto: la funzione svolta dai Microdati è complementare a quella dei metadati e non li sostituisce assolutamente. E' attiva di default e non è prevista la possibilità di disattivarla.

Questo accade perchè si tratta di una funziona che può apportare soltanto benefici sia al sito sia al lavoro di indicizzazione delle pagine svolto dai motori di ricerca; per questo motivo, tra i comandi di Joomla (almeno allo stato attuale), non ci sono impostazioni di sorta da eseguire.

Quale lavoro svolgono?
Raccolgono automaticamente maggiori informazioni all'interno delle pagine web del sito oltre a quelle contenute normalmente nei metadata; queste ulteriori informazioni vengono poi utilizzate dai motori per potenziare la descrizione dell'elemento cercato aggiungendole ai risultati delle SERP e restituendo, alla fine, una maggiore visibilità. Oltre a questo, ovviamente, abbiamo anche un miglioramento del posizionamento nei risultati delle ricerche che le riguardano. Per esempio nella figura in basso, vediamo un risultato che aggiunge la valutazione e il numero delle recensioni e commenti.

I Microdati dunque, intervengono in molti casi; per esempio aggiungendo la valutazione degli utenti (le famose stelline di gradimento) su articoli prodotti o servizi oppure mostrando parte delle recensioni o dei commenti ricevuti. Soprattutto nel campo dell'ecommerce i Rich Snippet offrono grande applicabilità  arrivando a risultati ancora migliori di quelli ottenibili con i normali tag per la descrizione e le parole chiave.

Il perchè è facilmente comprensibile: in sostanza i motori considerano molto più genuino un voto o un commento assegnato a un oggetto (articolo, prodotto o persona che sia) che non quello contenuto nei tag precedenti in quanto, questi ultimi, spesso non sono sinceri al 100%; questo è ancora più vero se si considera che questo particolare markup semantico, per certi versi più complesso e certamente più completo, è utilizzato da Google solo per i siti consolidati da tempo e considerati affidabili.

E' per questo motivo che non dobbiamo aspettarci di vedere immediatamente i risultati  del lavoro svolto dai microdati ma possiamo comunque effettuare un test del markup realizzato da Joomla, nell'ambiente apposito fornito gratuitamente da Google.